Attività Associazione


22

Mag 2017

28 maggio Briganti in concerto a Monte Antico

banner Monte antico_briganti_di_maremma

In occasione del terzo appuntamento della rassegna

UNA MUSICA (POPOLARE) PUO’ FARE
“La musica popolare come ingrediente della festa e dell’aggregazione”

organizzata dal Comune di Civitella Paganico in collaborazione con l’Archivio delle Tradizioni Popolari della Maremma e l’Associazione Culturale “Le Belle Arti”,

Il 28 Maggio alle ore 18.00

I Briganti di Maremma si esibiranno con un repertorio vasto e assortito intrattenendo i numerosi fan & groupies in piazza Arezzo a Monte Antico

Vi Aspettiamo numerosi!


10

Mag 2017

Appuntamenti di Maggio con i Briganti

cappelli in aria_briganti_di_maremma

14 Maggio

Cinigiano – Festa della Madonna delle Grazie

Raduno dei gruppi del Maggio
Canti itineranti per le vie e piazee del paese a partire dalle 15 del pomeriggio fino alle 18 (ora del concerto del locale Corpo Filarmonico).

21 Maggio 

Maggio in Grancia

Classico raduno dei gruppi del Maggio a partire dalle ore 15

28 Maggio
Monte Antico – Festival di Musica Popolare

Una Musica Popolare (può fare)

 Serata dedicata ai Briganti di Maremma – dalle ore 18
” La musica come ingrediente di festa e aggregazione”

Organizzato dal Comune di Civitella Paganico in collaborazione con l’Archivio delle Tradizioni Popolari e l’Associazione “Belle Arti” di Pari.


22

Dic 2016

CONVEGNO ANTICHI MESTIERI

BANNER_CONVEGNO CCIAA_BRIGANTI DI MAREMMA

Si è conclusa in una folta cornice di appassionati  la conferenza “Funaioli…” organizzata dalla della Camera di Commercio Maremma e Tirreno. I Briganti di Maremma hanno contribuito alla giornata con un intervento di Giulia Corti che ha presentato i progetti realizzati dal 2012 al 2015: Antichi mestieri e realtà giovanile: una possibile connessione tra passato presente e futuro” e “Giovani in connessione:territorio, sviluppo e radicamento”.

Il primo progetto mira ad un censimento delle realtà artigianali della Provincia con un reportage realizzato dagli studenti del Liceo Artistico di Grosseto sulle maestranze, le materie prime, gli utensili del mestiere.

Il secondo realizzato con l’intento di creare un continuum tra L’artigianato tradizionale e le nuove forme di espressione artigianale legate alle nuove tecnologie, i nuovi mercati e le forme di comunicazione, promozione e vendita online.

A partire da questi progetti i Briganti di Maremma puntano a creare un filone progettuale ancora tutto da sviluppare che oltre a promuovere la cultura delle tradizione popolari e l’identità del territorio maremmano possa rappresentare un metodo ed un modello di produzione artigianale dedicato alle nuove nicchie di mercato potenziando la sinergia  tra eccellenze, maestranze, prodotti tipici e territorio.

IMG-20161221-WA0001

15

Dic 2016

MOSTRA CONVEGNO SUGLI ANTICHI MESTIERI

Ciao a tutti,

I Briganti di Maremma vi invitano alla conferenza:
 
“Butteri, funaioli, carbonai, raccoglitrici di olive e calafati: antichi mestieri della Maremma e del Tirreno”.

A seguito del convegno sarà possibile per gli ospiti una visita guidata alla Collezione Ferretti, presso l’ex Convento delle Clarisse (nella stessa piazza della sala delle Contrattazioni, sede del convegno), oggi Museo Archeologico e d’Arte della Maremma.

La visita alla Collezione Ferretti,(una parte della quale dedicata agli oggetti da lavoro tradizionali e contadini) verrà illustrata da Paolo Nardini dell’Archivio delle Tradizioni Popolari della Maremma.

Vi aspettiamo il 20 Dicembre alla Sala Contrattazioni della Camera di Commercio in via Cairoli 10, (fronte Museo Archeologico)

COMUNICATO STAMPA

76_logo

Butteri, funaioli, carbonai, raccoglitrici di olive e calafati: antichi mestieri della Maremma e del Tirreno

Parole, documenti ed immagini

Martedì 20 dicembre alle ore 17 in Camera di Commercio a Grosseto si parlerà di Butteri, funaioli, carbonai, raccoglitrici di olive e calafati: antichi mestieri della Maremma e del Tirreno.

L’iniziativa intende promuovere la diffusione della storia e della cultura d’impresa locale attraverso la conoscenza e la riscoperta di antichi mestieri tipici del territorio tirrenico e maremmano: come quello delle raccoglitrici di olive, dei butteri, dei minatori e dei carbonai, che nei boschi della Maremma trasformavano il legno in carbone vegetale con un lungo processo di combustione.

Sarà questa anche l’occasione per aprire una finestra sugli antichi mestieri ancora oggi presenti e sulle prospettive future di tradizioni artigianali che affondano le loro radici nel tempo e nella storia di questo territorio.

Gli interventi dei relatori saranno accompagnati da un’esposizione di documenti tratti dall’archivio storico camerale, a cui si aggiungono riproduzioni a stampa di opere d’arte del Museo civico Fattori di Livorno, fotografie di collezionisti privati e pannelli didattici a cura dell’Associazione Briganti di Maremma.

Una sezione sarà inoltre dedicata agli spostamenti di lavoratori stagionali ed emigranti attraverso le linee di navigazione che collegavano la costa con l’arcipelago toscano, ed il porto di Livorno con il resto del mondo.

L’evento nasce dalla collaborazione con il Dipartimento di Civiltà e Forme del sapere dell’Università di Pisa ed il Museo civico G. Fattori di Livorno.

locandina_convegno_

Analoga iniziativa, declinata per il territorio livornese, si terrà nella sede di Livorno della Cciaa giovedì 15 dicembre 2016 alle ore 17.

L’ingresso è libero ma occorre segnalare la presenza a segreteria.generale@lg.camcom.it (0564/430249).

Grosseto, 7 dicembre 2016 Ufficio Stampa CCIAA Maremma e Tirreno

 

CAMERA DI COMMERCIO DELLA MAREMMA E DEL TIRRENO

Contatti Ufficio Stampa: Serenella Guideri, 0586 231.254


Anche quest’anno, l’Associazione Briganti di Maremma ed il Comune di Grosseto invitano tutti alla settima edizione di Maremma che Befana!, il raduno di befani e befane che si terrà il 6 gennaio 2017 nel centro di Grosseto.

Cuore dell’evento sarà Piazza San Francesco, dove a partire dalle 15:30 sarà possibile “riscaldarsi” con cioccolata calda e vin brulè. Per i più piccoli ci saranno ad aspettarli gli asinelli e molti giochi !!! Alle ore 17:30 sarà accesa la tradizionale pira grazie al contributo del mitico Edo Galli della Fondazione Galli Silvestro. Nel frattempo squadre di cantori, befane e befanotti animeranno il Centro per poi ritornare in piazza alle ore 18:00 per salutare le feste cantando. Quest’anno saranno presenti, oltre ai Briganti di Maremma, organizzatori dell’evento, anche le Donne di Magliano, Il gruppo Folkloristico San Rocco ed i Cantori del Maggio di Civitella Paganico. E’ prevista inoltre l’estrazione della lotteria di sottoscrizione, che premierà con cesti gastronomici, calze e buoni acquisto gli amici ed i sostenitori dell’iniziativa (i biglietti rimasti saranno in vendita in piazza).

grosseto_befana_briganti_di_maremma_piazza duomo

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.


16

Set 2015

LA TRADIZIONE DEL FUTURO

fronte invito2

NUOVI OGGETTI PER RACCONTARE LA TRADIZIONE

L’Associazione “I Briganti di Maremma”, nata nel 2010 come squadra folcloristica del Maggio maremmano e impegnata negli ultimi anni nella valorizzazione a 360 gradi del nostro territorio, sta sviluppando un nuovo progetto legato all’identità del territorio locale, che segue a “Antichi mestieri e realtà giovanile: una possibile connessione tra passato presente e futuro”, precedente progetto promosso e finanziato nell’anno 2012 dalla Regione Toscana in collaborazione con il Dipartimento della Gioventù.

Anche questa volta il progetto “Giovani in connessione:territorio, sviluppo, radicamento” ha visto protagonisti gli studenti delle classi 3A e 5B del Liceo Artistico del Polo liceale Bianciardi di Grosseto.Gli studenti hanno seguito le linee guida del progetto e hannodato vita a oggetti e prototipi che saranno utilissimi per iniziare un percorso progettuale ancora più approfondito.

I PUNTI CARDINE DEL PROGETTO

Il progetto dell’Associazione Culturale “I Briganti di Maremma” prevede uno studio sull’IDENTITA’ LOCALE, sulla tradizione, sulle materie prime del territorio, sugli oggetti di uso tradizionali per arrivare allo sviluppo progettuale di “NUOVI OGGETTI DELLA TRADIZIONE“;oggetti che si carichino dell’identità storica e culturale della Maremma, prodotti artigianalmente (ma con possibilità di riprodurli in piccole serie) con tecniche e materiali tradizionali, dall’aspetto moderno e dal design attento ai loro impieghi (forma e funzione) e ai mercati in ascesa (studio del target, delle eccellenze locali, delle potenzialità economiche del territorio).Le linee guida del progetto dai quali sono iniziati gli studi sono:

– i bacini idrici storici come l’Ombrone, il lago Prile, (e la Diaccia Botrona) , l’Albegna, i nostri molti paduli;

– le materie prime e il contesto socioeconomico ad essi legato; – il lavoro di Roberto Ferretti, antropologo e fondatore dell’Archivio delle Tradizioni popolari della Maremma Grossetana, che per primo ha iniziato gli studi sull’identità locale focalizzando l’attenzione sulla tradizione maremmana e producendo sull’argomento un’ampia e ricchissima letteratura.

Il Progetto prevede il coinvolgimento di molti attori che stanno apportando un contributo importante per la divulgazione delle tradizioni e per la formazione dei ragazzi:

L’Archivio delle Tradizioni Popolari, Maurilio Boni con le sue ricerche, interviste, i suoi disegni e la sua piccola enciclopedia delle tradizioni, gli artigiani Lorenzo Lucentini (lavorazione di legno e legno di ulivo e impagliatore), Michele Graglia (ceramista), Lucio Pari (fabbro e studio-so delle tecniche di produzione tradizionali), si sono messi generosamente e con entusiasmo a disposizione  per condividere ricerche e realizzare insieme prototipi e modelli (oltre a tenere workshops con le classi del liceo Artistico).Il materiale già esistente riguardante la tradizione maremmana è veramente moltissimo (banche dati, ricerche, studi, illustrazioni,archivi, musei degli usi civici ecc..), ma spesso frammentato e chiuso in studi, librerie domestiche, archivi “tradizionali”.

 

“La tradizione del futuro”

L’Ombrone, Roberto Ferretti, il futuro degli oggetti del passato
Studi, riflessioni, ironia e design

Sabato 19 e domenica 20 settembre 2015
Sala Pascucci, Piazza Valeri, 3 pressi Piazza del Melograno, Grosseto

 


11

Apr 2013

ANTICHI MESTIERI E REALTA’ GIOVANILE

intervento briganti di maremma, antichi mestieri, nuove generazioni

Nell’ambito del progetto dal titolo “Antichi mestieri e realtà giovanile: una possibile connessione tra passato presente e futuro” promosso nell’anno 2012 dalla Regione Toscana in collaborazione con il Dipartimento della Gioventù, l’Associazione culturale i Briganti di Maremma ha cercato di consolidare l’identità territoriale attraverso il recupero delle conoscenze tradizionali e degli antichi mestieri, oltre alla rivalorizzazione dei tratti peculiari della tradizione culturale e materiale del nostro territorio per sopperire alla perdita di identità e interesse da parte delle nuove generazioni. A conclusione del progetto l’Associazione ha organizza un convegno dal titolo “ANTICHI MESTIERI E NUOVE GENERAZIONI. Identità territoriale e prospettive di sviluppo” in collaborazione con l’Archivio delle Tradizioni Popolari della Maremma Grossetana, Archivio di Stato di Grosseto, Liceo Artistico – Polo liceale Bianciardi, al fine di presentare i dati raccolti e illustrare le realtà artigiane locali attraverso la testimonianza di studiosi e rappresentati di categoria.

 

Nell’occasione oltre ad interessanti interventi che hanno illustrato le attività svolte nel nostro territorio per promuovere e incentivare il lavoro artigianale soprattutto tra i giovani, o le proposte formative offerte dalla Regione Toscana alle nuove generazioni, è stata allestita una mostra di foto e di disegni realizzati dagli studenti della classe III B del liceo artistico sulla loro esperienza vissuta alla scoperta degli antichi mestieri del territorio. Nell’occasione è stato proiettato il video che ha realizzato l’Associazione che ha documentato attraverso interviste il viaggio realizzato dagli studenti alla scoperta delle botteghe artigiane della provincia di Grosseto.


conferenza antichi mestieri briganti di maremma